Tu sei qui
Home > STORIE

Da Eboli a Napoli per Global Stryke for Future

Il racconto della partecipazione alla manifestazione "Global Strike for Future" in difesa della Terra, nato da un appello della giovane studentessa svedese Greta Thunberg e arrivato in ogni angolo del mondo. A che ora si parte che il Nostro Pianeta ci chiama? Antonella Dell'Orto con Maria Teresa Imparato presidente Legambiente Campania “Maria

La Costiera amalfitana che frana: ieri come oggi

La Costiera amalfitana che frana: ieri come oggi

“La Costiera che frana”: era a febbraio del 1999, e sul cartaceo di E’Costiera (anno IX, num.2), Gioacchino Di Martino, responsabile all’epoca del Wwf Costiera amalfitana (attuale vice presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana) scriveva: "Come abitanti della costiera amalfitana siamo talmente abituati alle frane, alle cadute di massi,

Le relazioni tra gli amalfitani e gli ebrei in “fuga dalla storia”

Maiori, il quartiere ebraico nel centro storico

Storia di ebrei, di persecuzioni, di aiuti e integrazioni   Il testo della conferenza tenuta dal professore Giuseppe Gargano, storico medievalista, in occasione della Giornata della Memoria, ai ragazzi dei licei e dell’Istituto Turistico di Amalfi. Per non dimenticare!   LA SHOAH, PAGINA BUIA DELLA STORIA CONTEMPORANEA  La Shoah, cioè l'olocausto degli Ebrei, è una

Mario Francese 40 anni dopo, il ricordo di un giornalista coraggioso che raccontava la mafia

Mario Francese 40 anni dopo, il ricordo di un giornalista coraggioso che raccontava la mafia

“Ricordare Mario Francese significa ricordare i valori del mestiere di giornalista, fatto di sudore, sacrifici, impegno civile, voglia di sapere e di raccontare - scrive Giulio Francese, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sicilia, a quarant’anni dall’uccisione del padre per mano della mafia - Onorarne la memoria significa continuare a credere

“Ne hai per poco”, ancora minacce a Borrometi. L’Agirt: la mafia non tollera l’incisività del web-giornalismo

"Picca nai", ne hai per poco. Solo chi è siciliano come Paolo Borrometi può afferrare tutta la brutalità di quelle due parole in dialetto, inviate come una sentenza capitale. Il giornalista antimafia le ha ricevute il 22 gennaio nella redazione di Tv2000, insieme a tre chiodi, dentro una busta senza firma

Giornata della Memoria, lungo i sentieri che salvarono la vita a tanti ebrei

Il viaggio dei profughi ebrei iniziava a Milano, quando gli organizzatori riuscivano a dar loro documenti falsi per passare il confine svizzero nella zona della Valceresio. La partenza è da Viggiù, in provincia di Varese. Il cammino si snoda all'interno delle Trincee della linea Cadorna Ci sono tanti modi per ricordare

Amalfi nei cinegiornali Luce, quando la notizia è propaganda

Il tono è quello enfatico di certi servizi Rai sull'attuale governo, con l'immutabile Costiera amalfitana a fare da sfondo. Fortuna che il bianconero virato al seppia fa capire al cronista di non aver preso una "bucatura", almeno non questa volta. Perché il "segretario del partito" - senza alcuna ulteriore specificazione

Strada Amalfi-Agerola: quella inaugurazione in epoca fascista in un video del 1933

Stessa strada, stesso panorama: dal bivio di Amalfi fino ad arrivare ad Agerola è un continuo rincorrere di vedute che si allargano e si restringono. Praticamente identiche, se non giusto in alcuni punti, da quando nel 1933 l’allora sottosegretario alle Comunicazioni, Mario Jannelli - avvocato penalista salernitano, che aderì al

Top