Tu sei qui
Home > Author : Giuseppe Gargano

Dalla manodopera ai sindacati, fino alla nascita della democrazia moderna

La storia politica raccontata dallo storico di Amalfi, Giuseppe Gargano, ci porta in questo testo a ripercorrere alcune tappe importanti, partendo dalla rivoluzione scientifica del Seicento fino ad arrivare alle idee rivoluzionarie francesi quando emersero anche a Napoli e nel regno delle Due Sicilie con la Rivoluzione del 1799… La rivoluzione

Da cinquant’anni sulla Luna ma il primo a partire fu Dante

I popoli antichi, nel guardare il cielo stellato, rimanevano esterrefatti e pensavano che quelle luci di diversa intensità e colore, delineanti forme gigantesche ma familiari, fossero divinità che influenzavano i destini degli uomini e regolavano i cicli naturali sulla Terra. Ma già in quei tempi lontani cominciavano a formarsi idee

Le relazioni tra gli amalfitani e gli ebrei in “fuga dalla storia”

Maiori, il quartiere ebraico nel centro storico

Storia di ebrei, di persecuzioni, di aiuti e integrazioni   Il testo della conferenza tenuta dal professore Giuseppe Gargano, storico medievalista, in occasione della Giornata della Memoria, ai ragazzi dei licei e dell’Istituto Turistico di Amalfi. Per non dimenticare!   LA SHOAH, PAGINA BUIA DELLA STORIA CONTEMPORANEA  La Shoah, cioè l'olocausto degli Ebrei, è una

Addio a Tobia, l’intrepido pescatore di Amalfi erede di Pulicano

Sulla sua barca per anni lo accampagnarono il padre Arturo e il fratello Salvatore, in una società familiare di pesca che praticava, secondo il medievale uso amalfitano, la regola del “tierzo” o della “terza parte”, una ripartizione degli utili scritta nella Tabula de Amalpha. Un repentino cambio di venti, caratteristico della

Le amministrazioni e le leggi delle Repubbliche marinare

Per la storia del Medioevo è importante analizzare il sistema amministrativo delle quattro repubbliche marinare che segnarono un'evoluzione significativa nei secoli dell'età di mezzo.  Il dux Amalfitanorum era una sorta di monarca. Concentrava in sé poteri civili e militari, faceva coniare monete con la propria effige, riceveva titoli onorifici da Bisanzio,

Nel Medioevo la grandezza delle Repubbliche Marinare di Amalfi, Genova, Pisa e Venezia

L'individuazione di Amalfi, Genova, Pisa e Venezia quali repubbliche italiane sul mare dev'essere attribuita allo storico francese de Sismondi (1807). Eppure i curatori di sussidiari e di manuali di storia in generale e di storia medievale in particolare utilizzati per decenni nei corsi di studio dalle primarie all'università, fatte le

Costiera amalfitana, nel Monastero di S.Maria Olearia l’alternanza scuola-lavoro

Il progetto di alternanza è consistito in uno scavo archeologico. Nel corso della II fase dell'alternanza si prevede l'applicazione del georadar, al fine di completare la ricostruzione architettonica del sito in chiave storica del monastero altomedievale.  L’orazione del professore Giuseppe Gargano durante la manifestazione di chiusura della prima fase del progetto

Poteri e istituzioni nel Medioevo, e il ruolo delle religioni

La quarta parte della "Storia della politica" nella ricerca dello storico Giuseppe Gargano Costantino rifondò l'antica Bisanzio, trasformandola in Costantinopoli, la “nuova Roma” sul Bosforo, verso la quale si trasferirono numerose gentes romane. La saga d'origine degli amalfitani, un'etnìa che nel Medioevo giocò un ruolo importante nella politica mediterranea, si collega proprio

Top