Tu sei qui
Home > COPERTINA > Spiaggia di Ascea: da complesso religioso a resort di lusso. Scoppia il caso 

Spiaggia di Ascea: da complesso religioso a resort di lusso. Scoppia il caso 

Un complesso religioso di proprietà della Diocesi di Vallo della Lucania costruito negli anni ’60 sulla spiaggia di Marina di Ascea, che si sta ora trasformando in un resort di lusso, con 149 camere, piscina, parco giochi, campo di calcetto e di paddle. Si trova a due passi dallarea archeologica di Velia e dalla sua torre, in un’area vincolata dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Ora però un’interrogazione parlamentare firmata dal parlamentare salernitano Gigi Casciello (indirizzata ai Ministri Roberto Cingolani e Dario Franceschini) e due lettere pubbliche di Dario Vassallo, Presidente della Fondazione Angelo Vassallo, una indirizzata a Sua Santità Papa Francesco e una indirizzata al Cardinale Matteo Zuppi Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, chiedono di far luce su questa vicenda. Si può realizzare una simile trasformazione in un’area simile?

Gigi Casciello, deputato salernitano di FI

C’è necessità di verificare che la trasformazione avvenga a norma di legge – scrive nell’interrogazione parlamentare, Gigi Casciello – in un territorio che rappresenta un patrimonio naturalistico per la provincia di Salerno e per tutto il nostro Paese”. Di fatto, il nuovo resort, un pugno nell’occhio per chi lo vede soprattutto dal mare, sembra avere tutti i pareri favorevoli: il Comune di Ascea ha dato il via libera al progetto nel 2019, così come la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Salerno, dopo un primo parere contrario. 

A denunciare quanto sta accadendo sulla spiaggia di Ascea, è anche il presidente della Fondazione dedicata al “sindaco pescatore” che prende carta e penna e scrive direttamente al Santo Padre: “Gentile Santo Padre, Le scrivo per segnalarLe che nel Cilento, nella terra del Sindaco Pescatore, la Chiesa, la Sua Chiesa, impersonata da Ciro Miniero, Vescovo della Curia di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, sta ristrutturando ad Ascea Marina, nei luoghi dov’è nata la Filosofia Eleatica di Parmenide e Zenone, un vecchio edificio posto a ridosso della spiaggia, a ridosso del mare, per trasformarlo in un Resort di lusso, con 149 camere, piscina, parco giochi, un campo da calcetto e un campo da paddle”. Eppure, come ricorda Dario Vassallo: “Basta ricordare che la cementificazione della costa era uno dei mali che combatteva il Sindaco di Pollica Angelo Vassallo, ucciso il 5 Settembre 2010”.

Dario Vassallo, presidente della Fondazione “Angelo Vassallo”

Ma l’iter autorizzativo è davvero completo? L’area è a forte rischio erosione e sembra che manchi il parere dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino Meridionale, che non è stata mai convocata sulla variante in corso d’opera. L’interrogazione parlamentare dovrà far luce anche su questi aspetti. 

Cilento, Ascea dalle 8 alle 20: negli appunti di una paesologa

Italia Nostra: addio a Peppe Tarallo, difensore legalità del Cilento

Un Graphic novel in ricordo di Angelo Vassallo, il sindaco pescatore

Redazione
Articoli redatti dalla redazione di e'Costiera
http://www.ecostiera.it

Lascia un commento:

Top