Tu sei qui
Home > GLOBAL LOCAL > La Terra dei tramonti di fuoco: gli scatti naturalistici della Riserva Naturale Foce Volturno

La Terra dei tramonti di fuoco: gli scatti naturalistici della Riserva Naturale Foce Volturno

Ci sono oasi naturalistiche che resistono, nonostante tutto ciò che di devastante può apparire intorno. Come la foce del Fiume Volturno che appare nella sua bellezza fotografica grazie alla sensibilità del fotografo e biologo della conservazione Gabriele de Filippo, che anche questa volta ha colto l’essenza dei luoghi restituendone agli occhi di chi non li conosce, l’armonia e la grandezza della natura. 

Gabriele de Filippo, biologo e fotografo naturalista

La mostra si chiama “La terra dei Tramonti di fuoco” (inaugurazione il 3 maggio) ed è organizzata presso l’Orto Botanico di Napoli (in Via Foria, 223) dall’ Ente Riserve Naturali Regionali Foce Volturno – Costa Licola – Lago Falciano, in collaborazione con la Regione Campania UOD Gestione delle risorse naturali protette, l’Orto Botanico di Napoli e l’Istituto di Gestione della Fauna onlus, nell’ambito degli eventi della manifestazione “Planta 2019”. 

Il titolo fa il verso all’appellativo di “Terra dei fuochi”, che tutti conoscono come territorio che si estende tra le provincie di Napoli e Caserta, assurte spesse volte alla cronaca per i continui incendi di discariche abusive. 

C’è però anche una parte del territorio che sta cercando di far rinascere quell’antica Campania felix citata nei libri di storia. E un’oasi racconta quanto in fondo la bellezza c’è ovunque, basta avere occhi per guardare e sensibilità per scoprirla. 

Qui infatti sopravvivono ancora siti di eccezionale valore naturale, come appunto la foce del Fiume Volturno, dove si estendono i “Variconi” una zona umida di importanza internazionale inclusa tra le aree protette dalla convenzione di Ramsar e compresa tra le aree della rete europea Natura 2000, e le Vasche delle Soglitelle. 

La partnership composta da Ente Riserve, Istituto di Gestione della Fauna, Comune di Villa Literno, Arma dei Carabinieri,  Lipu e Consorzio Agrorinasce, con il sostegno della Fondazione con il Sud nell’ambito del Bando ambiente 2018, ha avviato anche il progetto “Volo Libero” di tutela  e fruibilità naturalistica che sarà realizzato nel  triennio 2019/21.

Un progetto che intende anche valorizzare tutta questa area che merita di essere conosciuta in un aspetto diverso.

Articoli che potrebbero interessarti

Redazione
Articoli redatti dalla redazione di e'Costiera
http://www.ecostiera.it

Lascia un commento:

Top