Tu sei qui
Home > CULTURA > Ischia, ai Giardini La Mortella musica e verde nel nome del compositore Walton

Ischia, ai Giardini La Mortella musica e verde nel nome del compositore Walton

Ultimo aggiornamento Friday, 31 May, 2019   23:51

Sul promontorio di Zaro a Forio sull’isola d’Ischia sorgono i magnifici Giardini La Mortella, creati nel 1958 da Lady Susana Walton la moglie del compositore inglese Sir William Walton.

Rimasta vedova nel 1983, Lady Walton decise di aprire il giardino al pubblico nel 1991.

Nella Sala  si svolgono oggi i concerti di musica da camera articolati in due stagioni, quella primaverile e quella autunnale. Ogni fine-settimana, giovani musicisti inviati da scuole di musica italiane e straniere si esibiscono in più di settanta concerti, aperti al pubblico.

La Fondazione William Walton ha l’obiettivo di far conoscere la musica del compositore, incentivare l’amore e la conoscenza della musica, e preservare il giardino. 

Intanto fervono i preparativi per accogliere il lungo ponte di Pasqua che oltre alle tradizionali visite nel week end, prevede anche l’apertura straordinaria del giardino nel giorno di Pasquetta. In questa giornata, ad attendere il pubblico – soprattutto i visitatori più piccoli – è prevista la Caccia al tesoro botanico iniziativa che si svolge in collaborazione con Grandi Giardini Italiani il network dei più bei giardini d’Italia, cui la Mortella fa parte. L’iniziativa sarà un’ottima occasione per far avvicinare i bambini alla natura, facendo scoprire loro e riconoscere – foglia per foglia – gli alberi e le piante presenti in giardino.

Nel 2003 Lady Walton ha affidato il compito di gestire La Mortella alla Fondazione William Walton, cui ha passato la proprietà; per questa ragione la Fondazione cambiò il nome in “Fondazione William Walton e La Mortella”.

Oggi La Mortella appartiene alla Fondazione William Walton e La Mortella che ha continuato ad amministrare i Giardini secondo le indicazioni lasciate da Lady Walton in nome di questa benefattrice e nel ricordo del compositore che l’ha ispirata.

Il teatro sulla baia di Forio, Ischia

Oltre all’incanto dei giardini, per ospitare concerti di musica sinfonica all’aperto è stato creato un teatro che sfrutta il pendio della collina affacciandosi sulla baia di Forio.

Grandi muri in pietra e rocce naturali lo circondano garantendo un’ottima acustica, mentre timi aromatici tappezzano i sedili in pietra diffondendo nell’aria il loro profumo.

La proprietà, che nei primi anni ‘50 era un terreno assolato e brullo costellato di pietre vulcaniche, oggi è un giardino in più livelli, che varia da un ambiente sub-tropicale nella valle, alle zone più esposte al sole in alto sulla collina.

La casa è costruita sul lato di una collina vulcanica e include una Sala Concerti, che è anche Museo William Walton, e l’Archivio che offre una grande risorsa sia per studiosi che per appassionati, ed alcuni oggetti selezionati dalla collezione sono in mostra permanente nel Museo.


Il Giardino è aperto al pubblico
dal 2 Aprile al 3 Novembre 2019

• Giorni di apertura:

   – Martedì

   – Giovedì

   – Sabato

   – Domenica

• Orario di apertura:

dalle ore 09:00 alle ore 19:00 (ultimo ingresso alle ore 18:00)

La storia e le immagini de I Giardini La Mortella di Ischia


Redazione
Articoli redatti dalla redazione di e'Costiera
http://www.ecostiera.it

One thought on “Ischia, ai Giardini La Mortella musica e verde nel nome del compositore Walton

  1. Il Museo-giardino di Lady Walton, comunemente conosciuto come La Mortella, e un giardino creato da Susana Walton, moglie del compositore inglese William, a Forio, nella parte occidentale dell’isola d’ Ischia. A partire dal 1990 il giardino e aperto al pubblico. Nel 1949 il musicista William Walton decise di stabilirsi nell’isola d’Ischia con la moglie argentina Susana. I coniugi costruirono ai piedi del monte Zaro, una colata di roccia lavica, una villa circondata da un grandioso giardino botanico. La realizzazione del giardino (la cui ideazione risale al 1956 ) fu affidata, negli anni ’60, all’ architetto paesaggista Russell Page, il quale disegno tutta la sistemazione del giardino a Valle, integrandolo fra le pittoresche formazioni rocciose.

Lascia un commento:

Top