Tu sei qui
Home > GLOBAL LOCAL > World Radio Day, con Divina FM la Costiera amalfitana tra volontariato e storia

World Radio Day, con Divina FM la Costiera amalfitana tra volontariato e storia

Il Club per l’Unesco di Amalfi insieme a Divina Fm, la radio che trasmette ininterrottamente da più di 40 anni in Costiera amalfitana, ricordano l’importanza della radio come strumento di “dialogo, tolleranza e pace” in occasione del World Radio Day, la giornata internazionale voluta dall’Unesco per evidenziare l’importanza di questo strumento di comunicazione che ancora oggi riveste anche in luoghi dove non c’è neanche internet. 

Mercoledì 13 febbraio, ore 17, sulle frequenze Fm 92.2 – 92.3 . 96.3 – 104.2 oppure in streaming sull’app TuneIn, si potrà ascoltare la giornalista Maria Rosaria Sannino (presidente del Club per l’Unesco di Amalfi) che intervisterà lo storico medievalista Giuseppe Gargano, Immacolata Smeraldo e Marcella Anastasio del gruppo di Volontariato Vincenziano di Amalfi.

Il tema dell’edizione del 2019 è: dialogo, tolleranza e pace. E la radio è sempre stato un veicolo che abbatte qualsiasi barriera, si apre al diverso e accoglie. 

Il 13 febbraio di ogni anno, si ricorda il giorno in cui nel 1946 fu fondata la Radio delle Nazioni Unite. Un momento importante che ha poi caratterizzato la storia anche delle radio nel mondo, aiutando a diffondere questo strumento. 

In Costiera amalfitana, ad esempio, da più di 40 anni c’è la Divina FM che trasmette ininterrottamente portando nelle case di tante famiglie amalfitane, notizie e buona musica. Ed è proprio attraverso i suoi microfoni che lo storico Giuseppe Gargano, ricorda le tante imprese compiute dagli amalfitani durante il periodo dell’antica Repubblica marinara di Amalfi, che si spingevano in terre lontane in cerca di fortuna, e dei tanti che approdavano lungo le coste. Chi arrivava in pace, trovava sempre accoglienza. Lo straniero è sempre stato accettato e visto sempre come un arricchimento di conoscenze. 

Il tema del volontariato è l’argomento trattato con il gruppo di Volontariato Vincenziano che da più di 100 anni opera ininterrottamente ad Amalfi.

Marcella Anastasio e Immacolata Smeraldo del gruppo Volontariato Vincenziano di Amalfi

Costituito nel novembre 1915 da mons. Ercolano Marini – ha ricordato la professoressa Smeraldo, vice presidente – il gruppo è da sempre impegnato verso i meno fortunati”. Con una Casa famiglia e una mensa per “uomini soli”, il Volontariato Vincenziano è da sempre un esempio di impegno su un territorio come la Costiera amalfitana che seppur ricco (come evidenziano molte statistiche) rischia di dimenticare chi ha invece difficoltà ad arrivare a fine mese. “E ci sono tante famiglie amalfitane – confidano ai microfoni i responsabili dell’associazione- che hanno bisogno di un aiuto concreto: di fare la spesa, di pagare l’affitto e le bollette. Noi ci siamo, peccato però che siamo solo una ventina e tutte ormai avanti con l’età”. Un appello rivolto ai giovani ad avvicinarsi a questa realtà che ha bisogno del sostegno di tutti. Ricordando che chi dona, riceve a sua volta. 

World Radio Day 2019

Lascia un commento:

Top