You are here
Home > ARCHIVIO > Atrani, dopo sei anni dall’alluvione quali sono ancora le criticità?

Atrani, dopo sei anni dall’alluvione quali sono ancora le criticità?

Dopo sei anni dall’alluvione che ha travolto Atrani da fango e detriti e che ha visto spazzare via la vita della giovane Francesca Mansi, si cerca di fare il punto della situazione sulle prevenzioni e criticità ancora esistenti. Giovedì 29 settembre, ore 18, presso la Casa della Cultura ad Atrani, nell’ambito della terza edizione del Premio “Francesca Mansi per l’Ambiente”, un convegno dal titolo: “Il Dissesto idrogeologico in Costiera amalfitana: i rischi, la prevenzione, la criticità”, traccerà con l’aiuto di esperti l’attuale situazione che vive il piccolo comune della Costiera amalfitana.

Sarà il geologo Franco Ortolani a individuare gli handicaps che rendono ancora a rischio il territorio: la sua esperienza maturata sul campo e sui luoghi di tante altre sciagure (dalla Liguria alla Sicilia) aiuteranno a capire cosa ancora c’è da fare. Saranno presenti il sindaco di Atrani Luciano De Rosa Laderchi, Andrea Reale sindaco di Minori, Giovanni Di Martino presidente Conferenza dei sindaci, Michela Manzoni del settore eduzione di Italia Nostra Salerno nonché presidente del Premio Francesca Mansi, Luisa Patrizia Milo presidente della rete delle scuole della Costiera amalfitana, Antonio Acunto presidente della Pubblica Assistenza Millenium Amalfi. Diversi saranno i punti che verranno trattati, come ad esempio il ruolo dei gruppi di Protezione Civile e l’operatività in Costiera amalfitana dei Centri Operativi Comunali. E poi il compito non solo delle associazioni presenti sul territorio – l’incontro è promosso dall’Associazione Acarbio, da Italia Nostra Salerno, dal Club per l’Unesco di Amalfi – ma anche delle scuole, che anche grazie al Premio, avranno sempre più una presenza attiva sul territorio. Perché è partendo dai giovani cittadini che si potrà costruire un sentire comune che guardi con occhi attenti alla fragilità di questi luoghi. Nelle scuole, con l’aiuto di insegnanti sensibili, l’educazione ambientale ha sempre più un grande valore pedagogico e morale. Che serve molte volte anche da stimolo a chi amministra.

 29 settembre 2016, ore 18, Casa della Cultura, Atrani

Il dissesto idrogeologico in Costiera amalfitana: i rischi, la prevenzione, le criticità

Contributi:

 Luciano De Rosa Laderchi, Sindaco di Atrani

Andrea Reale, Sindaco di Minori

Giovanni  Di Martino, Presidente Conferenza dei Sindaci

Franco Ortolani, geologo

Michela Manzoni,  settore educazione di ITALIA NOSTRA Salerno

Luisa Patrizia Milo, Presidente della Rete delle scuole della Costiera Amalfitana

Antonio Acunto, Presidente della Pubblica Assistenza Millenium Amalfi O.N.L.U.S.

 DIBATTITO

COORDINA MARIA ROSARIA SANNINO, giornalista

Leave a Reply

Top