Tu sei qui
Home > ERROR404.ONLINE > Un “Errore 404” per la Libertà di stampa 2.0

Un “Errore 404” per la Libertà di stampa 2.0

Ultimo aggiornamento mercoledì, 3 Marzo, 2021   18:37

EDITORIALE – Errore 404 è un codice internet per indicare che una pagina è stata creata, ma non esiste più. Cancellata, da un programma o da un programmatore. Nell’era della comunicazione che passa dal web, dietro questa moderna mascherina del browser talvolta si nasconde l’antica maschera della Censura. Error404.online perciò è una contraddizione: “rimosso” eppure stare in Rete. Un’antinomia che oggi diventa simbolo di resistenza per la Libertà di stampa 2.0, contro ogni tentativo di censura e tentazione di autocensura.

L’assalto al diritto di cronaca e di critica è storia vecchia, nuovi sono soltanto i mezzi usati. Fake news e misinformation non sono fenomeni innocenti, né casuali. Fanno parte integrante di una sofisticata strategia di alterazione del consenso informato, mirata alla conquista del Potere senza controlli. Da raggiungere anche a costo di smantellare i tradizionali principi di civiltà, sui quali si fondano la pace internazionale e la concordia sociale. Strumenti informatici nati per esaltare la libertà di espressione, favorire il dialogo, democratizzare la conoscenza, vengono usati contro questi stessi valori. Addirittura contro gli stessi diritti umani.

Dove non sono i regimi a imporre il pensiero unico con la censura, agisce il web-squadrismo spingendo all’autocensura. Colpisce tutti, non solo i giornali; basta superare i like tollerati per un’informazione sgradita o un’opinione divergente. Hackeraggio, oscuramento social, campagne coordinate di troll e haters sono strumenti di coercizione insidiosi. A un editore creano il timore di danni economici; a un follower insinuano incertezza se condividere un influencer; a un blogger instillano la paura di restare vittima di “odiatori” anche nel mondo reale. Ai giornalisti danno però un motivo in più per non tacere. Contro ogni censura Error404.online, appunto.

ERROR404.ONLINE

  • Pd e 5S:”in aula l’edilizia di Augusta in mano al cerchio magico Fdi”
    AUGUSTA – Quel cortocircuito politico fra monopolio portuale ad Augusta e Catania, grande speculazione edilizia sul golfo di Brucoli, e il peso della tessera Fratelli d’italia nelle scelte dell’amministrazione Giuseppe Di Mare. A prospettare il dubbio che ci sia un filo “tricolore” a legare i contestatissimi…
  • Salvare Augusta: fermate “manicula libera” sul paesaggio di Brucoli
    AUGUSTA – “Dopo il Premio Attila 2023 al sindaco di Augusta, Giuseppe Di Mare, è la Soprintendenza di Siracusa candidata favorita per il Betoniera d’Oro 2024″. Gli ecologisti augustani la buttano sull’ironia contro la politica della “manicula libera”, che sta stravolgendo il territorio di maggior pregio…
  • Ias senza più limiti a picchi inquinanti, Gip solleva l’incostituzionalità
    PRIOLO – Il decreto governativo cosiddetto “salva Isab” calpesta la Costituzione, perché per salvaguardare l’interesse nazionale alla produzione di benzina, ne fa pagare il prezzo intero alle popolazioni del Petrolchimico. Facendo funzionare regolarmente l’Ias di Priolo, anche se non depura i reflui industriali più pericolosi. Lo…
  • Augusta non è Catania, si al monopolio sul porto: il Mpa si defila
    AUGUSTA – Nel “porto delle nebbie” naufragano anche i partiti di Augusta, lasciando solo a quelli catanesi il compito di ostacolare il monopolio palermitano sui due scali marittimi, per il prossimo quarto di secolo. Palazzo San Biagio non imita i colleghi di Palazzo degli Elefanti che…
  • Sonatrach Augusta:”nessun rischio” nube. Ilva Taranto: sos autismo
    AUGUSTA – Autismo, disabilità intellettiva, disturbi dell’apprendimento, deficit di attenzione, disturbi della comunicazione. Sulle “malattie del neuro-sviluppo“ che stanno dilagando fra i bambini di Taranto, oltre cento medici di base hanno sottoscritto un disperato appello al governo, per non farsi tentare dalla manica larga ai nuovi…
Massimo Ciccarello
Giornalista professionista

Lascia un commento:

Top