Tu sei qui
Home > ERROR404.ONLINE > Augusta,”cimitero di cittadinanza” addio: nel 2020 il camposanto ai privati

Augusta,”cimitero di cittadinanza” addio: nel 2020 il camposanto ai privati

AUGUSTA – L’amministrazione 5 Stelle di Augusta si aggrappa al business del “caro estinto” per tirarsi fuori dalla grana cimitero. Con una scelta che già fa discutere, la giunta grillina ha previsto per il 2020 l’affidamento del camposanto in gestione ai privati. Il “project financing” per la costruzione delle nuove sepolture e la manutenzione delle vecchie tombe è contenuto nel Documento unico di programmazione 2019-2021. Una delibera approvata il 25 settembre scorso dalla sindaca Cettina Di Pietro e dagli assessori Giuseppe Canto, Omar Pennisi e Roberta Suppo, che ora dovrà andare in consiglio comunale per il definitivo via libera. Anche se sostanzialmente si tratta quasi di una formalità, considerata la fedeltà granitica della maggioranza M5s alle decisioni del Palazzo.

Carrubba polemico: giù le mani dai nostri defunti.

L’ex sindaco Massimo Carrubba (repertorio)

A fare scoppiare il caso è stato Massimo Carrubba, durante la conferenza stampa del 16 ottobre scorso sulle intricate vicende contabili del Comune durante l’ultimo trentennio. “Giù le mani dal cimitero”, ha detto l’ex sindaco. Facendo rilevare come la privatizzazione della pietà per i defunti è l’ultima manifestazione d’impotenza degli amministratori del #cambiamento, incapaci di far fronte alle problematiche della città. E che adesso regalano una polpetta avvelenata ai successori, rompendo la prassi che vuole un’amministrazione a fine mandato limitarsi all’attività ordinaria. “Una scelta politica di questa portata va fatta prima e non a pochi mesi dal voto“, aggiunge l’ex primo cittadino, tornato sulla scena politica dopo l’assoluzione con formula piena su condizionamenti mafiosi risultati inesistenti.

Dup 2019: project financing per “affidamento gestione”.

“L’idea di usare il privato per il problema cimitero compariva anche nei Dup precedenti targati 5 Stelle, ma si trattava solo di una indicazione di massima. Ora invece è formulata come un atto propedeutico al bando per il prossimo anno“, spiega Carrubba. In effetti, la dizione project financing per il cimitero” compariva a pagina 56 del documento approvato nel 2017. Ma quella laconica dicitura, che indicava la previsione di attuazione nel 2018 e 2019, non conteneva alcun altra specificazione. La puntualizzazione che “l’obiettivo prevede l’affidamento della gestione del cimitero comunale”, appare invece a pagina 93 del Documento unico di programmazione approvato qualche settimana fa. Giusto in tempo per regalare agli augustani un’ultima “commemorazione di cittadinanza” nel camposanto comunale, prima che tutto passi ai privati e alle loro alle tariffe di mercato.

Articoli che potrebbero interessarti

Massimo Ciccarello
Giornalista professionista

Lascia un commento:

Top