You are here
Home > GLOBAL LOCAL > La via Krupp di Capri tra project financing e raccolta di firme

La via Krupp di Capri tra project financing e raccolta di firme

Dalla frana del 2011, la famosa via Krupp di Capri è chiusa per ristrutturazione. Ed ora che dovrebbero iniziare i lavori grazie ad un project financing che potrebbe prevedere l’accesso attraverso un biglietto, i capresi si dividono. Sono soprattutto gli ambientalisti che chiedono si conoscere il vero progetto e cosa c’è dietro a questo “project financing”. Ed ora anche una raccolta di firme promossa dall’Eurodeputato Fulvio Martusciello, chiede che si possa continuare a godere liberamente del panorama di via Krupp senza dover pagare ticket di accesso alla via (che dovrebbe essere tra i 2 e i 3 euro).

Ma il sindaco, Gianni De Martino, ha dichiarato più volte che non ci sarà “Nessuna privatizzazione di via Krupp. Si continua ad usare, molto impropriamente, il termine privatizzazione – ha spiegato il primo cittadino – quando non c’è alcun elemento che possa far pensare ad un utilizzo privato della strada. Anzi la strada sarà riaperta a tutti. Presumo che si faccia confusione tra privatizzazione e gestione di un bene pubblico. Via Krupp sicuramente sarà fruibile liberamente dagli isolani, a prescindere dall’eventuale istituzione di un biglietto, per il quale ancora non è stata presa alcuna decisione. I lavori eseguiti nel 2007 costituiscono la fondamentale base per quegli interventi che, oggi, si concentrerebbero immediatamente su una manutenzione alle zone trattate e, domani, sulla estensione del consolidamento alle altre zone escluse dal primo intervento. Proprio gli imprenditori locali dalla riapertura della via Krupp avranno un ritorno per le loro attività all’interno delle quali potranno offrire alla clientela un ulteriore motivo di interesse e di attrattiva per Capri”.

Tra i primi firmatari della petizione indirizzata al sindaco per poter continuare a godere liberamente del panorama di via Krupp vi è quella del capogruppo del partito popolare nel parlamento Europeo Manfred Weber.

Seguono poi le firme di altri membri importanti della delegazione tedesca come Burkard Balz, capogruppo in commissione economica, Werner Lange, presidente della commissione sulla elusione fiscale e il riciclaggio, Andreas Schwabe Reul Herbert, componente della delegazione con gli Stati Uniti, e nomi italiani componenti del gruppo Lara Comi, Lorenzo Cesa, Barbara Matera, Alessandra Mussolini, Aldo Patriciello, Alberto Cirio, Stefano Maullu, Massimiliano Salini e Salvatore Pogliese.

Capri, Via Krupp, cancello chiuso

Una petizione – commenta Fulvio Martusciello promotore della iniziativa – che dimostra la sensibilità del parlamento europeo sia verso l’isola di Capri che su ogni ipotesi che possa privatizzare il paesaggio attraverso il pagamento di un ticket. Il panorama è libero e deve essere goduto da tutti. Il sindaco di Capri mantenga l’impegno di occuparsi della manutenzione di via Krupp e spenda bene le risorse europee”.

Il progetto di ristrutturazione e privatizzazione è stato presentato dalla Gheller – un’azienda edilizia della provincia di Vicenza – e la società pare proprio aver convinto il consiglio comunale di Capri, che ha ritenuto il prospetto di “interesse pubblico”.

Via Friedrich Alfred Krupp conosciuta come via Krupp, è una delle strade più famose dell’isola, che collega il centro storico dell’isola con la zona balneare di Marina Piccola. E’ tra le strade più fotografate ed un tempo, più frequentate. Sicuramente un luogo che suscita gli interessi di molti.

Leave a Reply

Top