You are here
Home > CIBO > Ricetta della tradizione: il timballo di maccheroni con pomodoro Re Umberto

Ricetta della tradizione: il timballo di maccheroni con pomodoro Re Umberto

Il calendario 2017 del comune di Tramonti è ricco di immagini e ricette della tradizione. Un modo per tenere uniti il filo dei ricordi su ciò che è stato questo territorio montano della Costiera amalfitana e promozionarlo legandolo alle sue pietanze e prodotti tipici. Il Ristorante Antichi Sapori ha proposto così un piatto particolare, “Il timballo di maccheroni” usato con il pomodoro dell’antica varietà Re Umberto, conosciuto anche come Fiascone, e che in quest’area cresce da più di 100 anni (anche se fino a tre anni fa, erano in pochi a coltivarlo, perché il seme lo custodivano alcuni “contadini custodi”). Ed ecco così, che lo chef e padrone di casa, Giuseppe Francese, propone ai suoi clienti, una ricetta della tradizione, dove il pomodoro si esalta anche con salsiccia di maiale e ricotta.

La ricetta sul calendario del Comune di Tramonti

Timballo di maccheroni ‘Re Umberto’ in pasta frolla salata

Ingredienti per 6 persone

Per la pasta frolla: g 400 farina, g 200 burro, 2 uova, pizzico di sale. Preparazione: mettere sulla spianatoia la farina a fontana e versare nell’incavo centrale le uova già sbattute, il burro e il sale. Lavorare bene l’impasto finché non si otterrà una pasta morbida. Coprirla con un canovaccio e metterla a riposare in un luogo ben asciutto per una buona mezz’ora. Prima di riutilizzarla, infarinare di nuovo la spianatoia, mettervi la pasta e stenderla delicatamente per formare la base.

Per il timballo di maccheroni

Mezza cipolla, un gambo di sedano, g.300 di salsiccia di maiale, g.100 di ricotta di vaccino, mezzo bicchiere di vino bianco, g.400 di pomodoro Re Fiascone, gr 400 di pasta, gr 60 di fiordilatte, 2 cucchiai di formaggio (caciocavallo di Tramonti)

Preparazione

Tritate le cipolle e il sedano minutamente, farli soffriggere delicatamente con olio d’oliva extra vergine, spellare la salsiccia e batterla con un coltello da cucina, unirla e farla cuocere per 15 minuti. Aggiungere anche mezzo bicchiere di vino bianco e far asciugare. Aggiungere il pomodoro ‘Re Fiascone’ e la ricotta. Far cuocere la pasta, scolarla bene al dente e condirla con il sugo di salsiccia, ricotta e pomodoro. Con la pasta frolla salata preparata in precedenza, foderare uno stampo monoporzione; riempirlo con metà della pasta già condita, unire il fiordilatte a dadini e chiudere con la sfoglia…Cuocere a forno già caldo a 190 gradi per 20 minuti. Procedere per la decorazione.

Ristorante Antichi Sapori
(Via Chiunzi, 72, Tramonti, Costiera amalfitana)

Leave a Reply

Top