You are here
Home > UNESCO HERITAGE > Praiano e Vettica Maggiore, due località in una

Praiano e Vettica Maggiore, due località in una

Praiano antico borgo di pescatori, conosciuto nell’antichità come “Plagianum” e “Pelagianum” era scelto ai tempi dell’antica Repubblica Amalfitana dai notabili come luogo di villeggiatura.

Oggi Praiano, che si distende dolcemente su una dorsale dei Monti Lattari è una fiorente e linda località turistica che vive di vita turistica autonoma rispetto alle più conosciute Amalfi e Positano. Questa località si contraddistingue per il carattere mite e al tempo stesso fiero dei suoi abitanti, offrendo ai visitatori un paesaggio di grande suggestione naturalistico ed una qiueta che conquista l’anima.
Il panorama che Praiano offre è sublime, infatti è possibile ammirare la splendida cornice dei Monti Lattari che cinge Positano, mentre sul mare conquista lo sguardo del visitatore l’arcipelago delle Sirenuse (Isole de Li Galli) e in lontananza troneggia la splendida e possente isola di Capri. Praiano si congiunge con Vettica Maggiore, splendido agglomerato urbano che si mimetizza tra i terrazzamenti coltivati a limoneti. Questa località è caratterizzata da un tipo di abitazione che riecheggia nelle sue strutture architettoniche atmosfere e suggestioni orientali.

C’è da vedere a Praiano:

-Chiesa Parrocchiale di S. Luca Evangelista. Al suo interno sono conservate: una reliquia del santo; un busto d’argento del 1694; tele del pittore Giovanni Bernardo Lama (La Madonna col Bambino e il SS. Luca e Francesco di Paola ); la Madonna del Carmine, la Circoncisione; tele di Padovano di Montorio del 1572. Di grande interesse il pulpito ligneo, con pitture rappresentanti S. Pietro e S.Paolo, l’altare maggiore, il pavimento con le sue “riggiole” settecentesche che rappresentano angeli, putti, stemmi e fiori.

-Chiesetta di san Costanzo

-Chiesa di S. Maria delle Grazie a Castro e Convento dei Domenicani

C’è da vedere a Vettica Maggiore:

-La chiesa parrocchiale di S.Gennaro risalente al 1400 fu rifatta nel 1600; in essa si possonono ammirare numerose opere tra cui: l’Annunziata del 1696, il Martirio di S. Bartolomeo di Giovan Bernardo Lama e la Sacra Famiglia (fine XVI sec.).

-La Torre di Praia (antica fortificazione posta a difesa dell’abitato contro le minacce dei Saraceni.

Ed oggi è così ? ????(#Costieraamalfitana)

A post shared by Maria Rosaria Sannino (@mrsannino) on

Feste e tradizioni popolari:
– S. Luca Evangelista patrono di Praiano si festeggia nella prima decade di luglio (festa estiva) e il 18 ottobre (festa patronale)

-S. Gennaro patrono di Vettica Maggiore viene festeggiato la prima domenica di maggio e il 19 settembre. Si è tramandato che gli antichi abitanti chiamavano il santo Patrono “S. Gennaro ‘o patanaro” oppure ” S.Gennaro ‘o poveriello” detto così perché s’intendeva ringraziare il Santo per il buon raccolto delle patate, che costituiva una risorsa economica e alimentare per tutte le famiglie, sebbene fosse un alimento povero.

La Cucina a Praiano:

A Carnevale i Praianesi usano preparare un primo piatto tradizionale detto il “Migliaccio”. Ingredienti: pasta doppia, semola, salsiccia, uova, parmigiano, mozzarella. Preparazione: si mette sul fuoco una pentola con un litro d’acqua con sale, si porta l’acqua ad ebollizione e si cala la pasta doppia (600 gr.) dopo due o tre minuti si aggiunge la semola che non deve cuocere troppo. Quando l’acqua si è assorbita si toglie il tutto dal fuoco e si mette a raffreddare. In un altra pentola si sbattono quattro uova e si aggiunge parmigiano, sale e il tutto si unisce alla pasta amalgamandola bene. Poi si unge una teglia con sugna ed in questa si mette la pasta con l’uovo sbattuto. Al centro della teglia si mette: salsiccia sbriciolata, ricotta, mozzarella, parmigiano, poi si aggiunge un altro pò di composto che era rimasto nella pentola e sopra si mette alcuni cigoli di sugna e si mette in forno.

Per informazioni:

– Comune di Praiano: Tel. 089/874944
– Polizia Municipale: Tel. 089/874026

Come si arriva a Praiano:

– Napoli: Aereoporto di Capodichino

– Napoli: pullman SITA fino a Salerno (corse ogni ora)

– Salerno – Amalfi (pullman SITA ogni ora), quindi da Amalfi Coincidenza per Positano.

– Praiano si può raggiungere anche da Sorrento con pullman SITA

Leave a Reply

Top