You are here
Home > ARCHIVIO > La Notte dei musei tra Positano, Napoli e Pompei

La Notte dei musei tra Positano, Napoli e Pompei

Nella “Notte dei musei”, l’iniziativa europea che tiene aperti musei e siti archeologici sabato 17 maggio fino alle 24, nel salernitano registriamo l’apertura del Museo archeologico di Salerno, e per il terzo anno consecutivo a Positano ci sarà, dopo l’evento di Invasioni Digitali, l’apertura straordinaria della Cripta medievale grazie all’associazione Positano Arte e Cultura che con i suoi volontari guideranno i visitatori nella storia del luogo.

Per l’ occasione sarà possibile ammirare anche alcune opere di arte contemporanea della mostra “Cammini di fede e arte”. Per condividere l’evento sui propri social network, postando sensazioni e foto di quello che si vedrà, basta usare #NDM14

A Napoli invece saranno aperti il Maschio Angioino, il complesso monumentale di San Domenico Maggiore che ospita la “Mostra impossibile” e il Pan che accoglie la mostra Vetrine di Warhol, dove verrà presentato il pastore realizzato da Marco Ferrigno che riproduce la figura del padre della Pop Art. Notte europea dei Musei anche nei siti archeologici. Pompei, Ercolano, Oplontis e l’Antiquarium di Boscoreale saranno aperti fino alle 24 con ingresso speciale a un euro, i minori di 18 anni e gli ultrasessantacinquenni entrano gratuitamente. Pompei ripropone una visita al complesso monumentale delle Terme Suburbane, illuminato per l’occasione. A Ercolano sarà invece possibile accedere al «padiglione della barca» dove è esposta l’imbarcazione di epoca romana ritrovata all’inizio degli anni ’80 e reperti legati alle attività marinare. L’accesso anche qui è su prenotazione al numero 081.8575347. Ad Oplontis è prevista l’apertura notturna della Villa di Poppea illuminata. Boscoreale propone, infine, visite guidate all’Antiquarium e la proiezione di un filmato su Villa Regina e il ciclo di produzione del vino. Non è richiesta prenotazione. E’ prevista solo per due giorni, sabato con apertura straordinaria sino alle 22.30 e domenica, l’eccezionale esposizione delle storiche Bolle Pontificie che hanno influito sui destini della Cappella del Tesoro di San Gennaro. Altre aperture previste in Campania sono: il Complesso Monumentale di San Pietro a Corte (Salerno), il Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana (Salerno), la Certosa di San Lorenzo (Padula) e il Carcere Borbonico di Avellino.

Leave a Reply

Top