You are here
Home > CULTURA > I riconoscimenti alle scuole Costiera amalfitana del Premio Francesca Mansi per l’ambiente

I riconoscimenti alle scuole Costiera amalfitana del Premio Francesca Mansi per l’ambiente

Due primi ex aequo alle primarie di Minori per un giornalino scolastico, e di Positano per un “libro manoscritto”, ed otto menzioni speciali. La cerimonia finale del Premio Francesca Mansi per l’Ambiente che si è svolta nella Collegiata di Santa Maria Maddalena di Atrani, ha consacrato le “scalinatelle” come “architettura del cuore” dei ragazzi della Costiera amalfitana, con i suoi lunghi sali e scendi, parafrasando in vari modi le “discese ardite e le risalite”. I 437 alunni che hanno partecipato alla quinta edizione hanno dato prova non solo di amare ed apprezzare il proprio territorio, ma di lanciare anche dei messaggi agli adulti chiedendo di rispettare di più l’ambiente e di proteggerlo, e di voler ricordare Francesca, giovane vita spezzata via dall’alluvione del 9 settembre 2010. E c’è chi come la primaria dell’Istituto Comprensivo Statale di Positano e Praiano (lII A e B), ha anche piantato un albero in suo ricordo, lungo la passeggiata fin su alla Campola, dopo aver fatto 356 scalini.

  “Francesca è il nostro angelo – ha rammentato don Carmine Satriano, parroco della Collegiata, durante il momento di raccoglimento nella piazzetta, dinanzi all’opera del maestro Pirozzi – e lei ci guiderà facendoci amare di più questa terra e proteggendola”. 

Atrani, verso la scalinatella che porta alla Collegiata di Santa Maria Maddalena

Le scalinatelle di Atrani sono state il tratto distintivo anche di questa giornata: dalla piazzetta, luogo di incontro, tutti insieme (alunni, insegnanti, genitori, amministratori comunali) hanno percorso i caratteristici vicoli che portano fin su la Collegiata. All’esterno una piccola mostra dei lavori – foto, disegni, poesie, racconti – ha “introdotto” il momento della premiazione. “Questo è un Premio che spinge a ricordare – ha detto Lello Mansi, papà di Francesca – e non dimenticare vuol dire anche far di tutto per cercare di non far più accadere simili tragedie”

Ed è anche il senso di questo Premio ambientale che negli anni è cresciuto sempre più: “Ringraziamo le associazioni organizzatrici (Italia Nostra Salerno, Acarbio e Club per l’Unesco di Amalfi, ndr)- ha sottolineato Luciano de Rosa Laderchi, sindaco di Atrani- ricordare vuol dire anche tenere sempre presente che bisogna far di tutto per migliorare e tutelare ciò che ci circonda. Negli anni è cresciuta la consapevolezza che noi viviamo in un ambiente fragile e che non è possibile modificare”. Presenti alla premiazione anche Susy d’Afflitto Camera presidente del Fai Salerno, Angela Ruocco di Italia Nostra Salerno, Gioacchino di Martino vice presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana che hanno voluto ricordare il ruolo importante di mantenere viva la memoria. Una fiammella sempre accesa che indichi “la giusta via”. 

Atrani, nella piazzetta il ricordo per Francesca Mansi (6 giugno 2018)

Il momento della premiazione racchiude un po’ la sintesi dei tanti lavori fatti dalle singole scuole – ha evidenziato Michela Manzoni, presidente del Premio che insieme a Maria Rosaria Sannino, giornalista e presidente del Club per l’Unesco di Amalfi, ha coordinato la Commissione – tutti interessanti e ben organizzati, crediamo che nelle motivazioni si troverà il senso e il grande impegno delle scuole della Costiera amalfitana”

Di seguito i premiati e le menzioni speciali: 

1° premio ex aequo 

ISTITUTO COMPRENSIVO “LUCANTONIO PORZIO” DI POSITANO

Classi III A e III B 

INSEGNANTE ELISABETTA VOLPE 

Gli alunni delle classi 3A e 3B della Scuola Primaria di Positano (Istituto Comprensivo “Lucantonio Porzio”), coordinati dalla bravissima Maestra Elisabetta Volpe, hanno prodotto – a corredo di un video che illustra vivacemente le scalinatelle percorse – i personaggi intervistati, l’albero piantato affinché la memoria di Francesca Mansi  continui a generare vita e futuro sostenibili per la Costiera ed i suoi abitanti. Un piccolo gioiello di scrittura e disegno a mano: un volumetto dai delicati colori pastello, armonioso, pulitissimo, che illustra le tappe salienti della ricerca e delle ‘risalite’ lungo il bellissimo paese verticale di Positano, su su fino a Montepertuso. Così ci è sembrato di vedere piccoli amanuensi e miniatori, dopo le sudate scale,  intenti ad organizzare e sintetizzare tutte le informazioni e le conoscenze acquisite seguendo il ritmo lento, riflessivo ed accurato del pensiero e della mano.

Atrani, dinanzi alla Collegiata una piccola mostra del Premio Francesca Mansi per l’Ambiente

1° premio  

ISTITUTO COMPRENSIVO MAIORI – MINORI 

Scuola dell’Infanzia Primaria e Secondaria di 1° Grado

Classe V  Scuola Primaria di Minori 

INSEGNANTE ROSA DE RISO 

 

Gli alunni di quinta della Scuola Primaria di Minori (Istituto Comprensivo di Maiori-Minori), sapientemente coordinati dalla maestra Rosa De Riso, hanno scelto di dedicare un numero speciale del loro giornalino scolastico agli argomenti proposti quest’anno dal Premio. Così facendo, hanno ampliato la platea dei destinatari del loro messaggio, includendo tutta la comunità degli adulti, del loro paese e della Costiera. Progetto ambizioso, che ha richiesto tempo, lavoro e grande impegno. Abbiamo  ritrovato la traccia della ricerca da noi suggerita svolta in maniera ordinata, coerente, completa, e l’uso di una prosa godibile, accurata, priva di errori, senza un refuso di stampa: mirabile! Le interviste  seguono domande puntuali, atte a far emergere ogni informazione utile (inclusi i termini in dialetto, la nostra lingua madre) ma anche scorci di vita quotidiana, i bisogni, la fatica, le emozioni, l’orgoglio e l’allegria vitale delle persone: se ne gode dalla prima all’ultima parola. Le foto ed i disegni integrano perfettamente lo scrittura. Un buon viatico per gli studi secondari a venire. 

Premio Francesca Mansi per l’Ambiente: un momento della premiazione scuola primaria di Minori

2° premio

ISTITUTO COMPRENSIVO “GIOVANNI PASCOLI” DI TRAMONTI 

Classi II A, II B, II C  SCUOLA SECONDARIA 

INSEGNANTI MARIA TERESA MANSI E MADDALENA AMATO 

Gli alunni delle classi 2A, 2B, 2C della Scuola Secondaria di Tramonti, coordinati dalle Professoresse Maria Teresa Mansi e Maddalena Amato, hanno ideato, sceneggiato e realizzato – seguendo il filo di una pagina di diario letta in maniera deliziosamente espressiva da una fanciulla in procinto di lasciare la Costiera – un power point che si gode come un piccolo film, con una colonna sonora accattivante, immagini dell’ io narrante sempre di spalle, a sottolineare che il vero protagonista è il paesaggio e, con esso, l’ uomo che continuamente lo rimodella. Lo sguardo attento ed amoroso, sostenuto dalla conoscenza e dalla riflessione, rivela via via il percorso e le conclusioni cui sono giunte le classi interessate, con un fondamentale rinvio all’etica della prudenza e della responsabilità – di ciascuno e di tutti –  nei confronti delle testimonianze materiali, visibili e concrete della storia e della cultura espresse dal territorio in cui si vive.

Premio Francesca Mansi: la premiazione scuola secondaria di Tramonti

3° premio

LICEO SCIENTIFICO MARINI- GIOIA DI AMALFI 

Classi 1B e 2A

Insegnante MIMMA CAMELIA 

Apprezziamo la tanto auspicata adesione delle Scuole secondarie superiori della Costiera amalfitana nei lavori delle Classi 1B e 2A del Liceo Scientifico Marini – Gioia di Amalfi, entrambe coordinate dalla Prof.ssa Mimma Camelia. Con grande freschezza e vivacità, ma anche cura dei dettagli e notevole perizia tecnica, nel primo dei prodotti digitali, il costrutto della storia emerge dall’interazione affettuosa tra generazioni: la nipote che interroga; l’anziano – qui la nonna – che porta la testimonianza diretta del proprio vissuto; l’immagine che sottolinea ed arricchisce il racconto. 

Nel secondo prodotto, come si conviene ad una scuola di impianto umanistico, sono le testimonianze della letteratura e della poesia ad acuire lo sguardo, lavorando ‘di fino’ sull’ educazione sentimentale e sul patrimonio di conoscenze dei giovani. La produzione delle due classi, apparendoci complementare, viene premiata come un ‘unicum’.

Premio Francesca Mansi per l’Ambiente: la premiazione del Liceo scientifico di Amalfi

MENZIONI SPECIALI 

ISTITUTO COMPRENSIVO “GIOVANNI PASCOLI” DI TRAMONTI 

III A SCUOLA PRIMARIA DI TRAMONTI

Insegnanti Anastasio e Maresca 

Classe III A primaria: Mattia Gaeta, Angelo Ingenito, Ciro Spierto

Hanno saputo individuare nel “Tribunale” della frazione Pucara, un luogo di importanza storica eppure poco conosciuto. 

——

ISTITUTO COMPRENSIVO DI RAVELLO-SCALA

III – IV – V  SCUOLA PRIMARIA  

 

INSEGNANTE: ALFONSINA DI COSMO 

Con disegni per lo più individuali, hanno saputo illustrare molteplici scorci del loro antico paese raggruppandoli sotto il grandioso stemma che è anche l’emblema  del concorso di quest’anno.

———-

ISTITUTO COMPRENSIVO “LUCANTONIO PORZIO” DI POSITANO E PRAIANO

I A e I B SCUOLA PRIMARIA

INSEGNANTI: MARIA PARLATO 

MARIA PIA PAGANO

MARIA ESPOSITO 

I ragazzi si sono impegnati con disegni che sono interessanti, completi, colorati. C’è una ricerca della prospettiva circoscritta ad una strada: “Via Vecchia” di Positano.  Hanno privilegiato le immagini, operando per segmenti. Come dei veri e propri artisti, si sono cimentati andando direttamente sul posto e disegnando ciò che vedevano. Il loro punto di “osservazione” è stato dal basso verso l’alto, per meglio far emergere la verticalità del paesaggio. 

——-

ISTITUTO COMPRENSIVO “GIOVANNI PASCOLI” DI TRAMONTI 

III A  SCUOLA PRIMARIA DI TRAMONTI

Insegnanti Anastasio – Maresca 

ALUNNI: 

Giorgia Buonomo

Maria Esposito

Martina Rabesco

Hanno sintetizzato in un bel cartellone un percorso di importanza storica (dalla Ferriera a Paterno S.Elia) integrando i vivacissimi disegni con tutte le informazioni essenziali. Sintetico ma pregnante.

—–

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “GERARDO SASSO” AMALFI

V PRIMARIA

INSEGNANTE LUCIA RUOCCO 

Per il puntuale resoconto dell’escursione didattica a Gaudio, e per la ricca documentazione fotografica. Gli alunni hanno anche osservato con occhio nuovo e attento i luoghi del quotidiano, come le scale che portano alle loro abitazioni, e altri luoghi familiari di cui hanno saputo mettere in rilievo la valenza storica. 

 

———

ISTITUTO COMPRENSIVO “GIOVANNI PASCOLI” DI TRAMONTI 

II B  SCUOLA PRIMARIA DI TRAMONTI 

Insegnante Angelina Pecoraro 

Due bellissimi disegni. Quello di Mattia Marrazzo, II B, (scarno, essenziale ma molto ben centrato) su il Fiordo di Furore); e quello di Serena Coccorullo che è un’esplosione di colori, di luccichii e materiali diversi. 

——-

ISTITUTO COMPRENSIVO “GIOVANNI PASCOLI” DI TRAMONTI 

IV B SCUOLA PRIMARIA 

Insegnante PAOLA FIORENZA

Gli alunni della IV B si sono adoperati per segnalare scalinatelle poco note, in disuso, accanto ad altre più prestigiose delle frazioni del territorio, avendo inteso perfettamente che tutte testimoniano il lavoro spesso anonimo ma non per questo meno importante, degli antichi abitanti del luogo. Belle anche le poesie in lingua e in dialetto.

——

ISTITUTO COMPRENSIVO  “LUCANTONIO PORZIO” DI POSITANO

SCUOLA SECONDARIA

CLASSE III A POSITANO

INSEGNANTE FUSCO CONCETTA 

Per il record assoluto di scale e gradini percorsi, in onore del loro paese verticale per eccellenza, per le belle foto storiche e soprattutto per i coloratissimi disegni mediterranei.

Leave a Reply

Top