You are here
Home > STORIE > Costiera amalfitana, a Vietri sul Mare apre la prima “falegnameria sociale”

Costiera amalfitana, a Vietri sul Mare apre la prima “falegnameria sociale”

Sarà una scuola che formerà le menti, oltre a creare dei bravi artigiani di qualità. E’ questo l’obiettivo della “Falegnameria sociale” nata grazie all’associazione “Tavole di Ponte” creata da un gruppo di professionisti nel 2014 a Vietri sul Mare. La Costiera amalfitana avrà dopo Pasqua, grazie a questo gruppo di volontari, uno dei suoi primi laboratori manuali, aperti a ragazzi che hanno lasciato la scuola o hanno difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro. L’idea è nata da Matteo Annunziata, che da progettista di arredamenti, e profondo conoscitore del mondo dell’artigianato, ha voluto mettere a disposizione degli altri ciò che sa fare. E in modo del tutto volontaristico.

Vietri sul Mare, la tabella della falegnameria sociale

Infatti il corso destinato ad otto iscritti, sarà gratis e collegato con il settore dei Servizi sociali del Comune di Vietri sul mare, che ha messo a disposizione dei locali nel quartiere Iaconti, nella frazione di Dragonea.

Ho avuto la fortuna di fare questo mestiere – racconta Matteo Annunziata – ed ora voglio donare ciò che so fare a chi ha più bisogno e voglia di apprendere, un mestiere manuale di qualità. Vogliamo far capire che fare l’artigianato non è un lavoro secondario e di ripiego, ma un’attività che dà soddisfazioni e ha bisogno di grande creatività”. Il corso avrà la durata di sei mesi, con l’alternanza di lezioni teoriche e laboratori tecnici, impegnando altri soci dell’associazione che vede all’interno varie figure professionali quali ceramisti, artigiani, esperti di architettura. E in una terra dove la ceramica ha sempre rappresentato una voce importante sia nell’economia che nell’ambito culturale con le sue varie espressioni artistiche, e dove questo lavoro si è quasi sempre tramandato da padre in figlio, il corso aperto a ragazzi “a rischio”, vuole aprire nuove opportunità e stimoli anche creativi. E di crescita sociale.

L’interno della falegnameria sociale

Leave a Reply

Top