You are here
Home > STORIE > Costiera amalfitana, a Tramonti giovani europei per un seminario sulla natura per abbattere diversità

Costiera amalfitana, a Tramonti giovani europei per un seminario sulla natura per abbattere diversità

Un seminario sulla natura come strumento per l’inclusione della diversità. Arrivano da sette Paesi europei i ventuno partecipanti a “Together, diverse, outdoor – spazi di apprendimento nella natura sui temi della diversità ed inclusione” rivolto a operatori giovanili che si svolge a Tramonti, Costiera amalfitana. Il progetto all’interno del programma Erasmus+ è organizzato dal Comune di Tramonti con il supporto dell’associazione Acarbio, che dal 2009 è impegnata in progetti internazionali con il coinvolgimento delle comunità locali. “Fino al 17 maggio avremo a Tramonti giovani di diverse organizzazioni che arrivano dalla Bulgaria, Estonia, Lettonia, Polonia, Repubblica Ceca, Spagna e Italia – afferma soddisfatto il…..del Comune di Tramonti – impegnati a confrontarsi sul campo della diversità e dell’inclusione tra i giovani. Siamo certi che sapranno apprezzare anche il nostro territorio, la sua tradizione ed ospitalità che si apre sempre di più all’accoglienza, e che porteranno nei loro Paesi d’origine un’esperienza unica da condividere”.

Together outdoor, il seminario che si tiene a Tramonti

Una prima parte del seminario si svolgerà presso l’antico Convento di San Francesco: i ventuno partecipanti avranno modo di costruire un vero e proprio team. Il programma europeo Erasmus+ diffonde i principi di accoglienza in un periodo dove le discriminazioni tendono ad aumentare: il seminario percorrerà il tema in tutte le sue sfaccettature e difficoltà. Al centro di tutto ci sarà poi Madre Natura, capace di “regalare” spazi che offrono possibilità di aggregazione e “strumenti educativi”.

Tramonti, Convento di San Francesco, il gruppo dei partecipanti

Dopo le attività nel chiuso del Convento, dove ci si confronterà su vari temi (dall’importanza di comprendere concetti come diversità e inclusione, a come si può educare stando all’aperto), si affronterà anche un’esperienza in montagna. Sabato pomeriggio (12 maggio) l’intero gruppo, munito di attrezzatura da camping, si sposterà per tre giorni presso gli spazi aperti del Convento di San Nicola. Qui, a quasi 500 metri, i partecipanti si accamperanno in tenda e divisi in gruppi lavoreranno per la creazione di nuovi strumenti di apprendimento non formale implementati all’aperto. Sarà anche l’occasione per conoscere una Costiera amalfitana diversa, dove i sentieri, il mondo rurale, sono gli elementi che riportano questa terra alle sue origini. Il progetto offrirà un’importante opportunità di formazione e crescita anche ad alcuni giovani di Tramonti che parteciperanno attivamente. Si acquisiranno competenze su materie sociali, ambientali e sul metodo di educazione non-formale. Al termine del progetto verrà creato un “Manuale sulla diversità e l’inclusione nella natura nelle attività per giovani”. 

Leave a Reply

Top