You are here
Home > UNESCO HERITAGE

La Costiera amalfitana ancora da raccontare. Insieme a Viaggi, Storie e Culture

èCostiera cambia look. Dopo tanti anni sentivamo il bisogno di dare ariosità al nostro sito storico della Costiera amalfitana e di non farlo morire. E' una lunga strada quella fatta da questo giornale, che inizia quando il web era fantascienza e l'informazione passava soltanto dal foglio di carta stampato che

Il “miracolo laico” ne I limoni di Eugenio Montale

“I limoni” di Eugenio Montale è il testo d'apertura della raccolta “Ossi di seppia”. Ed è anche tra le poesie più note del premio Nobel. Il limone, questo frutto dalle molte proprietà che cresce in molte aree del Mediterraneo e che trova in Costiera amalfitana il suo habitat ideale, è

Patrimonio Immateriale per difendere memorie, saperi, tradizioni. Il canale Youtube

L'Unesco già riconosce l'importanza dei “Patrimoni immateriali” delle comunità locali. Ora la Commissione Cultura del Senato ha approvato in sede legislativa la legge che attribuisce risorse ai beni del patrimonio immateriale italiani, equiparandoli ai beni materiali. L’Unione Nazionale delle Pro Loco (Unpli) dal 2012 è tra le 160 realtà mondiali accreditate

In Costiera amalfitana l’incontro mondiale sui Paesaggi terrazzati

La Costiera amalfitana è Patrimonio Unesco dal 1997. Il suo paesaggio è un sali e scendi di terrazzamenti, dove l’uomo ha saputo ben integrarsi. In che modo il riconoscimento Unesco ha costituito un valore aggiunto per le produzioni agricole? Quali trasformazioni paesaggistiche, territoriali e socio-culturali producono tali marchi? Quali potenzialità può

La Divina, in un volume prestigioso le cartoline della Costiera amalfitana

Lungo un secolo di immagini, un percorso di un territorio dichiarato Patrimonio dell'Umanità: “La Divina, Cartoline della Costiera Amalfitana” edito da Areablu edizioni. Più di 500 introvabili cartoline arricchiscono le 272 pagine stampate su carta patinata e in una confezione di pregio color verde smeraldo. La casa editrice Areablu ha già pubblicato

La Costiera amalfitana e i terrazzamenti. A Ravello le prime colture risalgono al Medioevo

Proprio grazie al sistema terrazzamento, che intere colture (limoni e viti) hanno avuto nei secoli un ottimo sviluppo commerciale. Perché i prodotti tipici di un luogo raccontano e tramandano le tradizioni locali. Perché guardare i terrazzamenti verdi di limoneti o vigneti significa rivivere un passato che è fatto di terre strappate

Costiera amalfitana, le torri costiere da Vietri sul Mare a Positano

Torri cilindriche e quadrangolari, integre e diroccate, isolate o circondate da costruzioni minori sorgono lungo la costiera amalfitana. Sono rimaste a narrare gli ultimo otto secoli (dal IX al XVII circa) della lotta sostenuta dai paesi della Costa contro la pirateria, piaga del Mediterraneo fin dai primi tempi della navigazione e

Tramonti, la vallata verdeggiante della Costiera amalfitana

Dal latino "intra montes" (tra i monti), Tramonti secondo il Cerasuoli fu fondata dai Picentini mescolati ad Etruschi, intorno al 200 a.C.; invece, secondo il Camera l'origine sarebbe da attribuire ai Romani intorno al 326 a.C.. La presenza romana, infatti, è stata testimoniata da molti ritrovamenti: avanzi di sepolcri e

Scala: ad un passo dai Monti Lattari

Scala, centro montano alle pendici dei Monti Lattari, si affaccia sulla Valle del Dragone a 360 metri sul livello del mare. In prossimità di Ravello, fu fondata nel IV secolo dai romani naufragati mentre si recavano a Costantinopoli. Partecipò alle vicende della repubblica amalfitana e, come molte altre località della

Top