You are here
Home > TERRITORI

Quando la caccia diventa un tiro a bersaglio: troppe le vittime. Il Wwf chiede più controlli

Secondo le statistiche dell’Associazione Vittime della Caccia al 31 ottobre sono 44 le vittime di armi da caccia e cacciatori, (4 i morti e 7 i feriti tra i non cacciatori, tra cui una bambina), 27 i feriti 17 i morti in totale. A questi vanno aggiunti gli incidenti da

Costiera amalfitana, a Tramonti la scuola mette insieme enti locali e associazioni

L’Istituto Comprensivo Giovanni Pascoli di Tramonti chiama a raccolta le associazioni della Costiera amalfitana, consolida le attività dell’anno scolastico e la collaborazione tra mondo della scuola e volontariato. Perché senza legami tra società civile e mondo scolastico, la stessa Offerta formativa non risulterebbe ricca e varia di contenuti. Non stimolerebbe

Re Fiascone, in Costiera amalfitana crescerà mappa terrazzamenti sottratti all’abbandono

Crescerà sempre di più la mappa dei terrazzamenti che ritornano a vivere in Costiera amalfitana. Tramonti e Scala, i due comuni rurali, abbracciano il progetto del Re Fiascone, il pomodoro ritrovato che da tre anni sta di nuovo ricrescendo su quella stessa terra che ha visto fino agli anni '50

Costiera amalfitana: come riconoscere le sue erbe spontanee? A Tramonti il primo appuntamento

L'Unesco ha inserito l'etnobotanica tra i patrimoni culturali intangibili dell'Umanità ma in un territorio ricco di biodiversità come la Costiera amalfitana si sta rischiando di perdere tutte le conoscenze legate alle erbe spontanee che nei secoli hanno reso l'uomo capace di curarsi e nutrisi grazie al loro uso. Ed allora

Paestum, Il Vino del Tuffatore tra Archeologia e Dieta mediterranea

Un film dove si racconta la vita dei contadini tra vitigni e riflessioni intorno a questo mondo, e l’archeologia per ricordarci sempre da dove arriviamo. La terza edizione de “Il Vino del Tuffatore - Archeologia e dieta mediterranea” svoltasi nel Parco Archeologico di Paestum (l’11 e il 12 novembre) grazie

Positano e il disastro idrogeologico. Geologo Ortolani: ecco cosa è successo

“Positano, il disastro idrogeologico del 6 novembre 2017 che si è verificato nel comune della Costiera amalfitana è stato innescato da un nubifragio di circa 50 mm – spiega il geologo Franco Ortolani che da anni segue costantemente i territori, in passato in qualità di professore dell'Università Federico II di

Campania, con la pioggia e l’assenza di prevenzione, ritorna la paura anche a Positano

L'estate di fuoco, anno 2017, sta un po' alla volta riportando la paura sui territori disboscati dagli incendi criminali. Questa volta non sono le fiamme, ma è l'acqua a mettere i brividi con le sue colate di fango lungo i comuni del vesuviano, dei Monti Lattari e della Costiera amalfitana.

Ci lascia Mario Carotenuto, nella sua pittura il canto della Costiera amalfitana

Quando un artista va via dalla vita terrena non è mai davvero “partito”. Lascia le sue impronte, i suoi ricordi, ovunque. E così sarà per Mario Carotenuto, morto all’età di 95 anni. Nel suo "volo" l’ha accompagnato la “tramontana”, in un pomeriggio (del 24 ottobre) quando questo vento freddo batteva

Tramonti, da polmone verde a ciminiera della Costiera amalfitana

Dopo gli incendi estivi, ecco gli incendi dei rifiuti vegetali. Risultato: aria irrespirabile e problemi alla salute. L’esperienza e le riflessioni di una studentessa straniera. Tanti i cittadini esasperati. Tania Rempatsiou è una studentessa universitaria greca che studia “Education for Sustainable Development” a Stoccolma. Da tre mesi sta svolgendo presso l'associazione Acarbio, l’Erasmus

Costiera amalfitana: associazioni contro industria del fuoco

Uniti per non cedere all'oblio, dopo un'estate terribile di attacchi incendiari ai danni delle aree verdi della Costiera amalfitana, della Penisola sorrentina, di tutta la catena dei Monti Lattari, Faito, Vesuvio. Intere aree verdi che ora sono in cenere. Ci si indigna sul momento, poi si dimentica tutto. Ma le

Top