You are here
Home > TERRITORI

Amalfi, il “sacco di Pogerola” che una sentenza chiede di abbattere. La petizione online

E' da tutti conosciuto come il “sacco di Pogerola”: una colata di cemento verso la fine degli anni '70 si abbatté in una delle frazioni più grandi di Amalfi, su una promontorio che guarda il mare della Costiera amalfitana. L'amministrazione comunale di allora approvò un intervento edilizio di 250 appartamenti

Costiera amalfitana, un ristorante “assedia” la torre di Marmorata

La “cartolina” di un territorio come la Costiera amalfitana ha la sua fragilità, ma anche forza che consiste nel non essere stata compromessa eccessivamente. Merito di alcuni strumenti urbanistici come il Put, e anche della conformazione geografica del territorio, non sempre “agevole” per grandi speculazioni. E ci sono sentinelle del

Slow Food Campania sfida la crisi facendo “incontrare” il cibo di qualità

In un castello confiscato alla camorra, un incontro che promuove le piccole realtà legate al cibo. La “trasformazione” dei luoghi si vede anche da questi gesti simbolici. Slow Food Campania nella sede dell'Ente Nazionale del Vesuvio presso il Castello Mediceo di Ottaviano, ha aperto le porte alle piccole realtà che

Cemento al posto degli ulivi centenari di Pisciotta? La denuncia di Italia Nostra

Come immaginare Pisciotta, terra cilentana dagli ulivi centenari, senza più questa sua bellezza naturalistica? Eppure il nuovo Piano urbanistico comunale ha previsto l'edificabilità di un'area di 10 mila metri quadri di uliveto che si trova nelle vicinanze della torre saracena di Marina di Pisciotta, e un'area di 3500 metri quadri

2017: con gli occhi del mare con il calendario WWF Terre del Tirreno

A guardare le immagini del calendario 2017 che il WWF Terre del Tirreno dona ai suoi soci e sostenitori, ci si rende conto di come la biodiversità che popola il nostro mare, sia così sconosciuta e meravigliosa. E nonostante il pericolo dello sfruttamento intensivo della pesca, dell’inquinamento lungo le nostre

In Costiera amalfitana l’incontro mondiale sui Paesaggi terrazzati

La Costiera amalfitana è Patrimonio Unesco dal 1997. Il suo paesaggio è un sali e scendi di terrazzamenti, dove l’uomo ha saputo ben integrarsi. In che modo il riconoscimento Unesco ha costituito un valore aggiunto per le produzioni agricole? Quali trasformazioni paesaggistiche, territoriali e socio-culturali producono tali marchi? Quali potenzialità può

Atrani: pluviometri nei punti giusti per un allarme alluvione immediato

Un fatalismo da “scongiurare” a favore di una consapevolezza dell’esistenza di criticità del dissesto idrogeologico esistente ancora ad Atrani e in tutta la Costiera amalfitana. E una necessità di pluviometri da collocare dove servono, oltre ad un coordinamento più efficace tra i volontari dei nuclei di Protezione Civile. Ad Atrani,

Atrani, dopo sei anni dall’alluvione quali sono ancora le criticità?

Dopo sei anni dall’alluvione che ha travolto Atrani da fango e detriti e che ha visto spazzare via la vita della giovane Francesca Mansi, si cerca di fare il punto della situazione sulle prevenzioni e criticità ancora esistenti. Giovedì 29 settembre, ore 18, presso la Casa della Cultura ad Atrani,

Un progetto Life per combattere specie invasive Costiera amalfitana

Il think tank, il “serbatoio di pensieri” che si è dato appuntamento venerdì 8 luglio, presso la Casa del Gusto a Tramonti, ha evidenziato come il paesaggio mediterraneo della Costiera amalfitana sia messo a rischio dalle specie vegetali invasive che velocemente prendono il posto della biodiversità che caratterizza i terrazzamenti.

La Costiera amalfitana minacciata dalle “specie invasive” come l’Ailanthus

L'Ailanthus altissima, specie invasiva e nociva per gli ambienti naturali, sta mettendo a serio pericolo la biodiversità della Costiera amalfitana. Invade intere aree di macchia mediterranea e diventa un pericoloso veicolo di “inquinamento ecologico” considerata la sua rapida diffusione. Che cosa si può e si deve fare per frenare questa “invasione”?

Top