You are here
Home > ARCHIVIO

Atrani, dopo sei anni dall’alluvione quali sono ancora le criticità?

Dopo sei anni dall’alluvione che ha travolto Atrani da fango e detriti e che ha visto spazzare via la vita della giovane Francesca Mansi, si cerca di fare il punto della situazione sulle prevenzioni e criticità ancora esistenti. Giovedì 29 settembre, ore 18, presso la Casa della Cultura ad Atrani,

Costiera amalfitana, a Minori una spiaggia libera modello

Una spiaggia libera sempre pulita e con un “laboratorio ambientale” dedicato ai bambini. Un gruppo di ragazzi universitari che arrivano da tutto il mondo. Il coinvolgimento di persone “svantaggiate” del posto. Accesso agevolato all'arenile per i portatori di handicap. Tutto ciò è il progetto che si chiama “Make it Blue”

Un progetto Life per combattere specie invasive Costiera amalfitana

Il think tank, il “serbatoio di pensieri” che si è dato appuntamento venerdì 8 luglio, presso la Casa del Gusto a Tramonti, ha evidenziato come il paesaggio mediterraneo della Costiera amalfitana sia messo a rischio dalle specie vegetali invasive che velocemente prendono il posto della biodiversità che caratterizza i terrazzamenti.

La Costiera amalfitana minacciata dalle “specie invasive” come l’Ailanthus

L'Ailanthus altissima, specie invasiva e nociva per gli ambienti naturali, sta mettendo a serio pericolo la biodiversità della Costiera amalfitana. Invade intere aree di macchia mediterranea e diventa un pericoloso veicolo di “inquinamento ecologico” considerata la sua rapida diffusione. Che cosa si può e si deve fare per frenare questa “invasione”?

Trivelle, il referendum del 17 aprile

Il 17 aprile si vota per il referendum popolare abrogativo sulle trivellazioni in mare. Negli anni '90 anche la Costiera amalfitana fu interessata da questo “tema”, ma grazie ad una mobilitazione generale, le trivellazioni a largo della Costa furono scongiurate. Questo referendum abrogativo è stato voluto da nove regioni (Basilicata, Calabria,

Capaccio-Paestum, centrale a biomasse: appello alle associazioni per ricorso Tar

La follia solo di immaginare una centrale a biomasse non lontano dall’area archeologica di Paestum, ha mosso un po’ di coscienze civiche e il comune di Capaccio, contrario all’impianto ha messo in cantiere un po' di azioni di contrasto. E così contro la delibera del Consiglio dei Ministri dell’8 gennaio, con

Campania: treni vecchi e sempre di meno. E si ritorna a usare l’auto

Come mai in Campania i pendolari si riducono? Si viaggia forse meno per lavoro e studio, o perché i servizi sono scadenti, deficitari e quindi si è costretti ad usare l’auto personale? Secondo Pendolaria 2015, il dossier annuale di Legambiente, in Campania sono circa 292mila le persone che ogni giorno

La Costiera amalfitana ritrova il suo pomodoro: ecco il Re Umberto

Sarà battezzato con l'etichetta “Re Fiascone”, il ritrovato pomodoro Re Umberto, coniugando il Re (fu denominato così in omaggio al Re d'Italia in visita a Napoli nel 1878) a “Fiascone” così come viene riconosciuto sul territorio. E così la Costiera amalfitana dopo più di cento anni ritrova il “suo” pomodoro,

Top