You are here
Home > AMALFITANIA

“Benvenuto in Costiera, ma sa come si vive qui”? Gli stagionali scrivono a Gentiloni

“Oltre alle bellezze, alla storia e alla cultura, si è mai chiesto come vive un cittadino della Costiera Amalfitana?”. Una lettera dei lavoratori stagionali del comparto turistico al premier Paolo Gentiloni mette a nudo tutte le “frustrazioni” di gran parte dei lavoratori della Costiera amalfitana. Quelli che si trovano proprio a

Amalfi medievale, quando il fiume scorreva nel centro abitato

Nel plastico, l’orologio della storia si ferma al secolo XIII, cioè prima che gli eventi catastrofici del 1270 e del 1343 devastassero irreversibilmente il litorale e quando il fiume Canneto scorreva ancora allo scoperto nell'ambito del centro urbano. Fino al 30 aprile è in mostra, a cura del Centro di Cultura

La Settimana Santa in Costiera amalfitana: il clou tra Giovedì e Venerdì Santo

Quali sono i riti religiosi che in Costiera amalfitana durante la Settimana Santa attraggono credenti e non? Innanzitutto partiamo da un elemento: il giallo del grano dei vasi colmi lungo gli altari. Operazione che di solito fanno accuratamente le donne del posto. E’ tra i tanti particolari che colpisce durante

Costiera amalfitana “ora et labora”: nei suoi monasteri le radici di una grandezza

Una lettera, inviata nel 596 da Gregorio Magno al rettore delle Chiese della Campania, oltre ad ufficializzare l'esistenza della civitas-castrum di Amalfi, testimonia la presenza sul territorio di un monastero. La testimonianza è di natura indiretta: il papa richiamava il vescovo di Amalfi Pimenio, che non risiedeva stabilmente nella sua

La Costiera amalfitana ancora da raccontare. Insieme a Viaggi, Storie e Culture

èCostiera cambia look. Dopo tanti anni sentivamo il bisogno di dare ariosità al nostro sito storico della Costiera amalfitana e di non farlo morire. E' una lunga strada quella fatta da questo giornale, che inizia quando il web era fantascienza e l'informazione passava soltanto dal foglio di carta stampato che

Il “miracolo laico” ne I limoni di Eugenio Montale

“I limoni” di Eugenio Montale è il testo d'apertura della raccolta “Ossi di seppia”. Ed è anche tra le poesie più note del premio Nobel. Il limone, questo frutto dalle molte proprietà che cresce in molte aree del Mediterraneo e che trova in Costiera amalfitana il suo habitat ideale, è

Top