You are here
Home > Author: Ecostiera

Cilento e Costiera amalfitana uniti in un paniere di prodotti tipici

Cilento e Costiera amalfitana, due aree della provincia di Salerno che hanno in comune molte cose. Oltre alle bellezze paesaggistiche, ad un turismo che negli ultimi anni sta crescendo per entrambi, c'è l'aspetto della ruralità e di un'agricoltura (eroica) che conserva ancora intatte le sue origini legati ad una biodiversità

Atrani ed Amalfi: calano le stelle dal cielo al mare

A pochi metri l'una dall'altra, e a distanza di soli quindici minuti, sia Atrani che Amalfi faranno rivivere un'antica tradizione: la calata della stella nella notte di Natale. Domenica 24 dicembre, allo scoccare delle 23,30, si inizia ad Atrani. Il più piccolo borgo della Costiera amalfitana come da una lontana

Costiera amalfitana, a Tramonti la scuola mette insieme enti locali e associazioni

L’Istituto Comprensivo Giovanni Pascoli di Tramonti chiama a raccolta le associazioni della Costiera amalfitana, consolida le attività dell’anno scolastico e la collaborazione tra mondo della scuola e volontariato. Perché senza legami tra società civile e mondo scolastico, la stessa Offerta formativa non risulterebbe ricca e varia di contenuti. Non stimolerebbe

CampiAperti e l’appello agli insegnanti: “Non portate gli studenti a Fico”

Un'associazione fatta da agricoltori e consumatori che sostiene e si batte per un'agricoltura che sia biologica e contadina, vicina alle piccole produzioni locali simbolo di biodiversità rurale. Ecco cos'è CampiAperti, l' “associazione per la sovranità alimentare” che aderisce alla rete nazionale Genuino Clandestino e che difende la piccola agricoltura contadina

Re Fiascone, in Costiera amalfitana crescerà mappa terrazzamenti sottratti all’abbandono

Crescerà sempre di più la mappa dei terrazzamenti che ritornano a vivere in Costiera amalfitana. Tramonti e Scala, i due comuni rurali, abbracciano il progetto del Re Fiascone, il pomodoro ritrovato che da tre anni sta di nuovo ricrescendo su quella stessa terra che ha visto fino agli anni '50

Costiera amalfitana, appuntamento a Scala con i nuovi “contadini custodi” del pomodoro antico Re Fiascone

Quanti terrazzamenti della Costiera amalfitana torneranno a vivere grazie all'antico pomodoro Re Fiascone? Da tre anni già una decina di ettari sono stati recuperati a Tramonti, progetto dov'è nato grazie all'associazione Acarbio che da anni sta lavorando intorno al suo recupero, valorizzazione e alla fine commercializzazione con la creazione di

Giornalisti, il Manifesto di Venezia per un linguaggio appropriato anche nei casi di violenza su donne e minori

Il Manifesto di Venezia, promosso ed elaborato dagli organismi di parità di Fnsi e Usigrai con il Sindacato Giornalisti Veneto e l’associazione GiULiA Giornaliste, raccoglie una serie di raccomandazioni su come raccontare il dramma della violenza sulle donne. Non è una carta deontologica, ma un impegno in prima persona nel

Costiera amalfitana, le antiche cisterne nella Settimana Unesco Educazione alla Sostenibilità

I Cambiamenti climatici e rifugiati ambientali è il tema di quest'anno della “Settimana Unesco Educazione alla Sostenibilità”. In Costiera amalfitana grazie al Club per l'Unesco di Amalfi e l'associazione Acarbio sarà focalizzato all'interno della scuola, con gli alunni dell'Istituto Comprensivo Giovanni Pascoli di Tramonti, partendo dal ruolo che le “antiche

Costiera amalfitana: come riconoscere le sue erbe spontanee? A Tramonti il primo appuntamento

L'Unesco ha inserito l'etnobotanica tra i patrimoni culturali intangibili dell'Umanità ma in un territorio ricco di biodiversità come la Costiera amalfitana si sta rischiando di perdere tutte le conoscenze legate alle erbe spontanee che nei secoli hanno reso l'uomo capace di curarsi e nutrisi grazie al loro uso. Ed allora

Positano e il disastro idrogeologico. Geologo Ortolani: ecco cosa è successo

“Positano, il disastro idrogeologico del 6 novembre 2017 che si è verificato nel comune della Costiera amalfitana è stato innescato da un nubifragio di circa 50 mm – spiega il geologo Franco Ortolani che da anni segue costantemente i territori, in passato in qualità di professore dell'Università Federico II di

Top